Scritto da Joshi Spawnbrød

il

Live Show Septic Flesh e Fleshgod Apocalypse

Lo show è del sei maggio, e ho covato un articolo per dei mesi senza riuscire a piazzarlo. Il punto è che non volevo propinare la solita sbrosciata di testo con nomi e riferimenti un po' a caso per lo più oscuri e mistici. Alla fine l'idea è venuta nel tempo necessario, quanto ho ripensato al concerto "per immagini" e cercando di isolare le cose importanti, forse anche divertenti da ricordare.

Per questo ho introdotto la Metal Show - Judjment Scale (of Doom) per valutare i concerti, consultatela se volete avere un riferimento per le icone dei voti: la mia speranza è di documentare in questo modo anche altri concerti, passati e futuri..

Ah, giusto per esser chiaro: non ho nessuna intenzione di essere obiettivo o oggettivo, questa è una serie di impressioni e di reazioni estremamente personali, che non sono valide come "recensione" ma proprio come feedback di ciò che ho gradito.

6 Maggio 2013, Lunedì

Ebbene sì, questo concerto è avvenuto un lunedì soleggiato, obbligando i metallari ad uscire alla luce del sole per godersi lo show. Per fortuna il Fillmore a Cortemaggiore ci offre un ambiente riparato, stile bat-caverna. È la prima volta che ci metto piede, mi fa subito una buona impressione in quanto è un vecchio cinema riconvertito a locale. Mi rammarico davvero che non abbiamo un posto del genere giù da noi in Toscana! (basta con questi capannoni industriali con l'acustica da scatola di scarpe, cazzo!)

Ma andiamo al sodo della questione, gruppo per gruppo, in ordine di apparizione:

Descending

Visita la loro Home Page

  • Voto 4 - inizio standard 4/10 - Buona la prima

    Come gruppo d'apertura fanno una buona impressione, niente di realmente nuovo ma almeno è suonato bene. Siamo nello standard del gruppo esordiente.

  • 3 - Birretta 3/10 - La voce

    Ho paura che lo stile vocale scelto dal cantante duri poco, si sforza parecchio e tra qualche anno si ritroverà con la voce completamente diversa. OK, il fatto che io non ami questo stile vocale peggiora l'impressione, il punto è che questa tecnica non è molto lungimirante... e ci son già cascati a migliaia, non siete i primi.

  • 4 - Relax 4/10 - ... e alla fine?

    In linea di massima ci siamo, ma alla fine il concept della band qual'è? Non c'è nulla che li contraddistingue tra altri diecimila gruppi praticamente uguali.

Conclusione : Ok, il gruppo è valido e ha tutte le chances per farsi bene le ossa, magari ne possiamo risentir parlare più avanti. Al momento mi stanno bene come opening.


Carach Angren

Piangi sulla loro Home Page

  • 1 - UGH! 1/10: Due tastiere e un violino?

    DUE tastiere? Voi vorreste suonare sul palco con due tastiere. Amico mio, ci sono pezzi dell'Enuma Elish che dicono "non si suona mai dal palco con due tastiere, se fai metal"; in alcune incisioni delle piramidi Maya si vedono ragazzi che hanno tentato di suonare con due tastiere e sono stati dati in pasto ai giaguari. Poi piazzi un violino, che si accavalla alle tastiere, cosi siamo sicuri 100% che non riusciamo a sentire una nota. Ti sei già giocato il 90% della stima che ti potevo dare.

  • 2 - Meglio se esco 2/10 - Nessun miglioramento

    Dopo le prime due o tre canzoni di cacofonia sovrapposta (sì esatto, le famose due tastiere) e la terribile immagine del gruppo che fa la danza della pioggia sul palco ho preferito uscire e prendere aria. Seriamente, non sono il trucco pesante e le mosse da delirium tremens che ti danno punti.

  • 3 - Per favore... 3/10 - Le idee ci sarebbero

    Per il gruppo precedente mi son lamentato della mancanza di "concept". I Carach invece ce ne hanno a vagoni, anzi, forse è l'unico aspetto ben sviluppato della questione... peccato che non sia fruibile al pubblico in versione live. Giusto per sfatare ogni dubbio, dopo il concerto mi son messo ad ascoltare alcuni pezzi degli album, giusto per fare un paragone. Hei, son pezzi anche belli e con un buon piglio! Il punto è che non c'entrano nulla con quello che abbiamo sentito durante lo show.

Conclusione : dovrebbero essere un gruppo affermato con la loro base di fan, ma principalmente sono fruibili su disco. A livello di live non ho trovato nessun valore aggiunto, anzi, diverse delle scelte tecniche li hanno penalizzati.


Fleshgod Apocalypse

Home dei Fleshgod Apocalypse

È la prima volta che vedo i Fleshgod Apocalypse, anzi, è la prima volta in assoluto che ascolto alcuni dei pezzi. In genere questo è penalizzante perchè avendo poca familiarità con le canzoni, certi dettagli non sono immediati.

  • 6 - Ingresso 6/10 - Entrata ad effetto!

    Già dal primo accordo s'è sentito un bel muro del suono fare pressione. Questo è un gruppo che ci sa stare sul palco e sa offrire uno spettacolo come si deve, senza seghe.

  • 7 - Qualità 7/10 - Qualità

    Costumi, trucco, presentazione, e anche il microfono wireless col led azzurro che li faceva sembrare cyborg. Anche se la data era per un maledetto lunedì e sotto il palco non c'era quel pubblico che ti aspetti sabato o domenica sera, i Fleshgod hanno comunque portato uno show completo.

  • 8 - Le canzoni 8/10 - Le canzoni

    The Egoism, e in generale tutta la scaletta era azzeccatissima per il live.

Conclusioni : fantastici, da rivedere anche come headliner. Goduria garantita.


Septic Flesh

Septic Flesh Homepage

Ok, sono gli headliner, sono venuto al concerto principalmente per loro, e soprattutto è il gruppo che negli ultimi anni ho seguito di più in assoluto. È chiaro che il mio giudizio è super-di-parte e che non troverete punti negativi su questa parte del report. Fatevene una ragione.

  • 8 - SepticFlesh 8/10 - Presenza

    Sempre energici sul palco, suonano senza troppe pose e coinvolgendo il pubblico. Mi tocca limitare a dare 8 punti perchè, come di consueto, non c'è Sotiris. Dopo averlo sentito ad Atene, dal vivo, devo dire che forse vale anche di più due punti sulla scala, ma il gruppo lavora talmente bene...

  • 8 - Eep!! 8/10 - E Sangreal ? :(

    Ehi! Non si annuncia di fare Sangreal a caso e poi ci si rimangia le parole. Vi perdono solo perchè Five Pointed Star in chiusura ha distrutto il palco da quant'era bella.

  • 10 - SepticFlesh 10/10 - Le canzoni

    Persepolis, Anubis, Pyramid God e Lovecraft's Death . Niente da aggiungere, se non che di solito in questa lista ci rientrano pure Unbeliver e Oceans of Grey.

Conclusione : data estremamente soddisfacente, valida nei tempi e completamente da rifare.


Altri articoli che parlano dell'evento:


È superfluo dirlo ma da queste parti bisogna essere pignoli: tutti i loghi e le immagini/foto che appaiono nell'articolo sono, come capite da voi perchè non siete degli imbecilli fatti e rifiniti, di proprietà dei gruppi e delle relative case produttrici.

Scritto da Joshi Spawnbrød

il

Un altro mattone al NeT.lair

Come gli osservatori più esperti avranno saputo notare, questo sito è tenuto in piedi da un impianto software scritto da me medesimo (non fino all'ultimo carattere, ovviamente, ma buona parte del funzionamento è "by myself").

Oggi riesco finalmente a rilasciare un paio di funzionalità importanti, come la possibilità di navigare tra gli articoli una pagina alla volta. Questo anche perchè la home page si stava facendo molto affollata e lenta a caricare.

Principalmente è un comodo mio da sviluppatore, ma se proprio volete controllare come procede il sito, ho creato una pagina Changelog.

Guest Post

Questa settimana mi sono offerto di aiutare Word In Progress, scrivendo per lei un articolo su cosa sono i CSS e come si usano.

L'articolo che trovate qui Introduzione ai CSS, fa parte della rubrica WebMaking101 curato da Valentina, proprietaria del blog.

A proposito di paginazione

Giusto a titolo di opinione, sulla questione delle pagine ho due osservazioni da fare. Normalmente i blog sono implementati con questa logica che trovo perversa:

  • i post sono in ordine di pubblicazione
  • le pagine sono in ordine numerico crescente

questo significa, banalmente, che a pagina uno c'è sempre l'ultima cosa scritta, che è un po' come leggere il libro dal fondo e poi a ritroso. A parer mio questa implementazione è difettiva, in quanto ogni articolo non sarà mai riconducibile ad una pagina specifica!

Ho preferito quindi implementare le pagine legandole ad un dato più rappresentativo: mese e quadrimestre, che consentono entrambi di funzionare da pagina (essendo incrementali) e di raggruppare, a preferenza dell'utente, articoli in ordine cronologico.

Note di coda

Sto cominciando a sviluppare un leggero odio per il font primario del sito: mi sono accorto che non vanno bene alcune lettere in italic e grassetto, cosa che rende abbastanza fastidiosa la lettura.

Dovrò sostituirlo di nuovo a breve, ed è un peccato perché si trovano veramente pochi font belli completi di caratteri europei.

Scritto da Joshi Spawnbrød

il

Finalmente

Lunedì 24 , festa del Patrono di Firenze.

Sono circa le 11 di mattina, e per me c'è:

Birra

Schiacciata coi pomodori

Doom metal

Darkness In Paradise by Candlemass on Grooveshark

e un bel classico horror japponese.

Finalmente una cazzo di ora di vacanza.

Junji Ito - Army of One

Ultimo desiderio sarebbe bazookare il campanile qui accanto, ma in fondo non si può avere tutto, no ?

Burn your local church

Scritto da Joshi Spawnbrød

il

Mai dire mai

Esattamente due settimane fa, durante la presentazione di Composer. qualcuno disse:

"Il programma scarica direttamente da GitHub, perchè tanto GitHub non è mai down!"

Si diceva che github non è mai...

Guarda te che caso...

Scritto da Joshi Spawnbrød

il

PHPDAY 2013 - In spritz we trust

Il logo PhpDay 2013 sulla maglietta ufficiale

Le due giornate a Verona sono state piuttosto intense, e la maggior parte del materiale ancora non è stato condiviso sul sito ufficiale

Rileggendo tra gli appunti, i talk degni di nota li ho segnati in una breve classifica (a criterio personale) in ordine di guadagno informativo.

High performance PHP

( 5 su 5 ) Vedi Talk

Tra quelli che ho frequentato, veramente il più interessante. Il contenuto è stato esposto con dati alla mano, soluzioni pratiche, e buona prospettiva per chi lavora con php, o come web developer in generale.

Monitoring at scale: intuitive dashboard design

( 4 su 5 ) Vedi Talk

Better mock objects with FBMock

( 4 su 5 ) Vedi Talk

LAMP scaling 101

( 4 su 5 ) Vedi Talk

In questa edizione di PHPDAY 2013 si è parlato parecchio di come possano scalare i progetti php, e Luka ha centrato bene l'argomento dal punto di vista dello sviluppatore.

Automated acceptance testing with Behat and Mink

( 3 su 5) Vedi Talk

Fatal Error: Allowed memory size of X bytes exhausted

( 3 su 5 ) Vedi Talk

Uno dei talk meno pratici, più uno studio della struttura interna di PHP, e delle possibili future evoluzioni. Interessante vedere anche come alcune comuni implementazioni in PHP, costruite per ottimizzare il consumo di memoria, con le ultime versioni siano diventate degli abissi mangiabyte! (e perché lo sono diventate)